Blog

BLOG CURATO DALLA DOTT.SSA FABIOLA SANTICCHIO. 

CONTIENE RIFLESSIONI, NOTIZIE, AVVISI INERENTI LE PRPRIE ATTIVITA' E IL MONDO DELLA PSICOLOGIA.

view:  full / summary

BONUS PSICOLOGICO

Posted on May 8, 2022 at 6:55 AM Comments comments (1451)

Fonte: Il MedirianoNews

Il bonus psicologo è stato introdotto per permettere a tutte quelle persone che soffrono di un disagio psicologico di poter sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia presso specialisti privati regolarmente iscritti nell’elenco degli psicoterapeuti, nell’ambito dell’albo degli psicologi, che abbiano comunicato la propria adesione all’iniziativa all’ordine professionale di appartenenza.

L’importo del bonus è pari a 600 euro annui e sarà possibile accedervi in base all’ISEE, il cui tetto massimo fissato ammonta a 50 mila euro. In base alla propria fascia ISEE si ha diritto ai seguenti importi:

 con Isee inferiore a 15mila euro il bonus arriva fino a 50 euro per ciascuna seduta, per un importo massimo di 600 euro per ogni beneficiario;

con Isee superiore a 30mila euro e non superiore a 50mila euro il bonus sarà fino a 50 euro per ciascuna seduta, per un importo massimo di 200 euro per ogni beneficiario.

Per poter usufruire del bonus psicologo è necessario fare richiesta online sul sito dell’Inps, secondo le modalità e i tempi che verranno definite dall’Istituto entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale. Il beneficio verrà assegnato in base all’ordine di arrivo delle domande, con priorità per le persone con Isee più basso.

Il provvedimento sociale è ancora in progress, e probabilmente non sarà usufruibile prima di Luglio 2022.

:)

Credo ad ogni modo che sia un buon modo per aiutare le persone in difccioltà ad accedere a servizi di cura e supporto, che in altro modo sarebbero difficilmente accessibili in temoi brevi, tramite servziio sanitario pubblico.

Aggionerò i lettori non appena si saprà qualcosa di più dettagliato.


 

 

COVID E ADOLESCENZA

Posted on February 22, 2022 at 5:30 AM Comments comments (1507)

Condivido con molto piacere l'intervista alla collega Ilaria Imbrogno, psicologa dell'età evolutiva, responsabile del Centro Anch'io a Potenza, diventato ormai punto di riferimento regionale per l'età evolutiva e per la diagnosi, il trattamento e il sostegno nei disturbi dell'apprendimento DSA.

Ilaria si occupa da anni anche di psicologia scolastica ed il suo contribuito è prezioso per decine di adolescenti che si affidano a lei e alla sua équipe.

Buona Lettura a tutti!


https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/potenza/1329649/basilicata-cosi-il-covid-sta-logorando-bimbi-e-ragazzi-parla-la-psicologa.html#.YhEZ1miTgNk.twitter" target="_blank">http://https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/potenza/1329649/basilicata-cosi-il-covid-sta-logorando-bimbi-e-ragazzi-parla-la-psicologa.html#.YhEZ1miTgNk.twitter

COVID E DISTURBI D'ANSIA

Posted on February 10, 2022 at 9:10 AM Comments comments (817)

E' ben noto come la pandemia abbia destabilizzato la struttura e l'equilibrio delle persone, attraverso una serie di messaggi impliciti o espliciti di incertezza, incoereanza, assenza di prospettiva e speranza per il futuro.

La destabilizzazione ha inciso molto sulle persone già in diffcoltà, con pregresse problematiche, ed ha acuito sintomi e sindromi che sono diventate sempre più intense.

Una delle conseguenze psicologiche della pandemia sulle persone, In questo periodo di profonda incertezza in cui la nostra struttura esterna è minata costantemente ed in cui vi è uno sforzo a rimanere vivi o a fidarsi degli altri, l’esperienza del “Io non sono Ok/Tu non sei Ok” si concretizza concreta, attraverso l'esperienza dell'ansia paranoidea: la paura degli altri.

La paranoia nasconde una profonda paura dell’altro. Ci si sente profondamente spaventati dall’altro. L’ansia invece fa riferimento ad un’attivazione fisiologica (arousal) che è connessa alla perdita della struttura esterna/sociale e, di riflesso, della propria struttura interna/psicologica.

In questi ultimi due anni la perdita di prevedibilità ha minato la propria solidità/consistenza interna. Da un punto di vista Analitico transazionale quello che stiamo vivendo è un periodo esteso caratterizzato dalla posizione esistenziale “Io non sono Ok/Tu non sei Ok”.

Occorre ora più che mai rendere facile l'accesso ai servzi psicologici, anche gratuiti, poichè le richieste di aiuto sono in costante aumento e i disturbi d'ansia e depressivi, anche in età evolutiva, sono in preoccupante aumento.

Di seguito un articolo /intervista ad opera della presidente dell'ordine degli psicologiche delle Marche.

https://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/cronaca/ansia-covid-1.7252885" target="_blank">http://https://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/cronaca/ansia-covid-1.7252885


Imparare ad amare se stessi

Posted on January 5, 2022 at 1:40 PM Comments comments (628)

Amare se stessi non è scontato, talvolta sembra impossibile, strano, assurdo, egoistico. Imparare a volersi bene può risultare difficile, quando non si è abituati o non si è stati educati a farlo. 

 

Questo può causare profonda insoddisfazione per la vita condotta.

Ci si sente frustrati, afflitti o arrabbiati perché non si riceve quello che ci si aspetta dai rapporti interpersonali, sia professionali, che intimi. La cosa più difensiva può essere rivolgere le responsabilità verso l’esterno, proiettando fuori i motivi della propria insoddisfazione, per esempio attraverso affermazioni per cui "sono gli altri che non mi capiscono, è colpa del mio capo, gli altri mi escludono", ma queste "proiezioni esterne", difficlmente sortiscono un effetto positivo, alleggerendo la situazione emotiva della persona. Magari, nell'immediato, la persona può avvertire un sollievo alla propria tensione interna, ma alla lunga la tensione può peggiorare.

Spostare invece il punto di rilfessione su se stessi, aiuta a pensare alle azioni da intraprendere per cambiare e modificare le situazioni che causano la propria sofferenza.

La parola chiave di questo processo è cambiamento, che può avvenire attraverso un percorso di autoanalisi o attraverso un aiuto di un professionista esterno. 

 

Prendersi cura di se stessi può sembrare inizialmente impossibile. Iniziare a farlo può suscitare sensi di colpa e autorimproveri su un presunto senso di profondo egoismo.


In realtà amarsi è il punto centrale per predersi cura, in maniera autentica, dell'altro.


Spesso è più semplice prendersi cura di figli, parenti, amici, senza rendersi consapevoli che solo quando ci prendiamo veramente cura di noi  aiutiamo autenticamente chi ci sta accanto. 


Questo è il mio augurio per il 2022, imparare ad amarsi! :)


BUON AMORE PER VOI STESSI!




Una serie di indicazioni per la comunicazione non ostile

Posted on May 11, 2020 at 2:55 AM

Documento molto utile: per mettere in parole quello che desideriamo quando comunichiamo con qualcuno.


Riapertura il 4 Maggio

Posted on April 15, 2020 at 2:20 AM

Buongiorno a tutti! 

Lo studio, dopo una chiusura di quasi 2 mesi per l'emergenza sanitaria che ha colpito il nostro paese, riaprirà il giorno 

LUNEDI' 4 MAGGIO.


Questo per favorire una agevole mobilitazione di tutti, senza impedimenti e/o difficoltà dovuti ai numerosi controlli presenti sul territorio.

Gli appuntamenti saranno distanziati tra loro e verrà richiesto, in entrata e in uscita, di igienizzarsi le mani attraverso gel a base alcolica presente in studio.
Verrà mantenuta una distanza di sicurezza di 1 metro.

Lo studio verrà a breve sanificato e trattato con prodotti disinfettanti per la pulizia ordinaria.

Le modalità di prenotazione online sono disponibili a partire da quella data.

A rivederci presto!

Emergenza Sanitaria e chiusura studio

Posted on March 17, 2020 at 11:02 AM Comments comments (1658)

In questi giorni di atmosfera surreale intorno a noi e di obbligo di quarantena a casa, ho preso una decisione importante: chiudere in via precauzionale lo studio fino a nuove disposizioni.

E' la prima volta in anni di attività che prendo una decisione del genere (se non per periodi di ferie o trasferte per motivi di lavoro).

E' stata una decisone difficile e combattuta, poiché le attività sanitarie sono esonerate dalle restrizioni governative. In teoria ci si potrebbe recare da uno psicoterapeuta, dimostrando con autocertificazione, che ci si sta muovendo per motivo sanitari.
 
Tuttavia ho fatto delle valutazioni parallele che mi hanno portato alla decisione di chiusura momentanea, che ho preso sostanzialmente per 5 motivi principali:

- una questione etica legata alla collettività. Ci viene richiesto di muoverci meno e favorire meno spostamenti. In questo scenario di grandissima crisi e di impotenza, ho ritenuto che lasciare lo studio aperto come se nulla fosse, avrebbe significato per me stessa una contravvenzione ad un senso etico che sento molto forte, in particolare in questo momento.

- un'oggettiva difficoltà delle persone nello spostarsi e nel muoversi, soprattutto al di fuori del proprio comune di residenza. E' sotto gli occhi di tutti che sono in atto controlli e posti di blocco che mirano a far rispettare l'ordinanza nazionale. Gi spostamenti, seppur per motivi di salute, non sono oggettivamente semplici. 

- impossibilità, sia per quanto mi riguarda, sia per quanto riguarda le persone che si recano presso il mio studio, di valutare eventuali fattori di rischio presenti a livello di salute. Io stessa potrei essere asintomatica.

- difficoltosa sanificazione degli ambienti. Le normative prevedono una sanificazione sistematica dei luoghi dopo ogni incontro. Io non so se sono in grado di garantire una corretta e adeguata procedura in tal senso.

- uso di misure di sicurezza quali, oltre alla distanza fisica  e l'assenza di contatti diretti, eventualmente la mascherina protettiva anche in presenza di sintomi lievi come tosse asmatica o raffreddore. Il lavoro psicologico ed il setting a mio avviso risentirebbe notevolmente di queste introduzioni. 

Ho poi pensato al senso del lavoro psicologico e terapeutico, che si pone spesso l'obiettivo di insegnare alle persone a "proteggersi" rispetto al proprio malessere, ai comportamenti a rischio e alla svalutazione di situazioni di vita preoccupanti. 
Occorre quindi mettere in atto questo principio etico: "la protezione" di sé, dell'altro e della comunità tutta di cui facciamo parte e a cui contribuiamo giorno dopo giorno.

Vi saluto tutti caramente, con l'augurio di rivedervi presto di persona e poterci "avvicinare" emotivamente e fisicamente.





A torino, workshop con Bill Cornell

Posted on November 1, 2019 at 5:01 AM Comments comments (3280)
Lo scorso 27 ottobre, dopo un viaggio molto lungo per raggiungere la città di Torino, ho partecipato insieme ad altri colleghi, al workshop esperenziale con Bill Cornell sulle "esperienze somatiche in terapia".
Bill Cornell è molto noto alla comunità scientifica Analitico Transazionale e non, per i suoi lavori di integrazione tra psicodinamica, psicoterapia corporea reichiana e AT.
Si è trattato di un momento di riflessione davvero interessante e coinvolgente, nel pieno stile di Bill, che ci ha fatto "sentire" cosa significa "sentire"  e "ascoltare" il corpo, al di là delle tante e spesso superflue parole che si esprimono.
Alcune foto dell'evento.

TEW - Training Endorsement Workshop

Posted on December 7, 2018 at 12:37 PM Comments comments (5647)
Di rientro da Zagabria dove ho sostenuto il Tew - Training Endorsement Workshop di fronte a commissione internazionale.
Ho ottenuto all'unanimità l'approvazione per diventare didatta e supervisore PTSTA (in training) in psicoterapia analitico transazionale con tanti riconoscimenti, da parte dei colleghi e degli esaminatori, che mi ripagano di tutto l'impegno, il lavoro, l'investimento di energie che questo impegnativo percorso richiede.
Inutile dire che sono piena di gioia per questo risultato raggiunto e per l'esperienza professionale e umana vissuta. Anche qui ho conosciuto tanti colleghi interessanti e sono particolarmente grata ai miei compagni di lavoro durante il TEW: Baren, Sergii, Fleur e alle instancabili traduttrici: Enna Paulon (infallibile translator e cara amica) ed Anne che hanno reso possibile uno scambio tra lingue e culture diverse. Un bel clima e una intensità tangibile si è creata tra noi ed è questo, prima di tutto, che mi porto di questa esperienza!
Ora andiamo avanti!
Alcune foto dell'evento.


Ricordiamolo...

Posted on January 7, 2018 at 1:33 PM Comments comments (928)
Buon senso è diverso da professionisti, e spesso il buon senso non può bastare...

Rss_feed